SMARTOUR

Technological Transfer

Piattaforma Intelligente per il Turismo

(SMARTOUR)

L’obiettivo primario della Piattaforma SMARTOUR è quello creare un nuovo paradigma di visita assistita, interattiva e sicura, che trasformi l’esperienza del turista in generale ed, in particolare, di quelli diversamente abili, attraverso una servizi innovativi basati sullo sviluppo e l’integrazione di tecnologie e sistemi congiuntamente all’adozione di nuove metodologie di analisi e di modellazione dell’esperienza di visita e dell’acquisizione di conoscenza da parte del turista.

La piattaforma SMARTOUR mira quindi a trasformare la visita alla città in un’esperienza intelligente (SMART), interattiva e multimediale, accessibile ed assistita, veicolando, attraverso dispositivi mobili e fissi (Smartphones, Kiosk, Tablet, PDA, PC, etc.) di elevato contenuto ed integrazione tecnologica, una ampia gamma di servizi ed informazioni opportunamente ingegnerizzate a supporto della fruizione dei BB.CC., delle infrastrutture sociali e degli spazi di interazione. La piattaforma sarà in grado di rappresentare, esprimere e creare relazioni spaziali e temporali significanti tra le persone, le comunità e l’ambiente, collegando il materiale all’immateriale, l’oggetto al contesto, i luoghi alle pratiche e agli usi. In modo complementare, la Piattaforma SMARTOUR vuole assicurare al visitatore presso la città d’arte e cultura la percezione dell’accessibilità e della sicurezza mediante 1) sistemi intelligenti ed autonomi per il controllo del territorio sia fissi che mobili di nuova concezione dotati di sensori opportuni (p.e. telecamere Vis ed IR, microfoni, etc.) e 2) sistemi informativi in grado di offrire una capillare ed affidabile analisi dei flussi audio e video rilevati in campo (quali comportamenti anomali, affollamenti, aggressioni, urla, spari, vetri infranti, etc.) per fornire in ogni momento informazioni ausiliarie. In abbinamento con una rete capillare di sensori di controllo del territorio, la fusione di questi dati con quelli provenienti dalla rete consentirà di migliorare il livello di sicurezza (“safety & security”) dei cittadini, affiancando alle usuali telecamere di superficie, strumenti di visualizzazione supplementari (es. aerea), anche persistenti, non prevedibili né neutralizzabili.

Coordinatore: ICAMPUS

Partners:

  • ICAMPUS
  • SPACE
  • Advanced Microwave Engineering
  • SOFTEC
  • NEXSE
  • 01S
  • META
  • ENVISENS
  • NEXSOFT S.p.A.
  • Università “La Sapienza”
  • Università di Perugia
  • Politecnico di Torino
  • ELEDIA@UniTN – Università di Trento
  • Consiglio Nazionale delle Ricerche